Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.

Menù della pagina

Creme

Se vuoi approfondire la teoria sulle creme clicca qui. Se invece vuoi iniziare subito a preparare la crema pasticcera, scegli una delle ricette proposte in questa pagina e segui il procedimento descritto.

crema pasticcera

Come usare le tabelle

In questa pagina troverai le ricette della crema pasticcera in versione vegana e di alcune sue varianti. Ogni ricetta è accompagnata da una tabella con calcolatore di dosi che ti permetterà di visualizzare il quantitativo di ingredienti necessari per il peso di crema finita (cotta) che vuoi produrre.

Per procedere con la preparazione della Crema e conoscere le dosi dei singoli ingredienti necessari per realizzarla, scegli la crema che vuoi preparare nel menù a tendina sulla destra, inserisci il peso di crema che desideri produrre, all’interno del campo di colore grigio della sua tabella e premi invio.

Vedrai cambiare i singoli pesi di ciascun ingrediente e potrai così metterti a lavoro senza dover svolgere alcun calcolo! 

Crema Pasticcera

Nota: Per pesare le piccole quantità di ingredienti (sotto i 10 g) ti consiglio di usare una bilancia di precisione, per non tralasciare i decimi di grammo utili per un bilanciamento corretto della ricetta. Per i pesi maggiori invece puoi arrotondare senza problemi i decimi di grammo per eccesso o per difetto. Esempio, se la tabella mostra come risultato 30,7 g di prodotto è possibile pesarne 31 g; se mostra invece 92,2 g è sufficiente pesarne 92 g.

Inserisci in una casseruola tutti gli ingredienti insieme, compreso il mix sostitutivo del tuorlo in polvere (per creme),  e frulla con un frullatore ad immersione per rendere il composto omogeneo e privo di grumi.

Cuoci la crema a fuoco medio-basso, mescolando continuamente. 

Non appena il composto raggiungerà una consistenza cremosa togli dal fuoco, versa in un boule, copri con della pellicola a contatto e lascia raffreddare il più velocemente possibile in abbattitore o a bagnomaria in acqua e ghiaccio.

Prima di utilizzare, mescola la crema a mano con una frusta o filtrala con un setaccio per renderla di nuovo morbida e rimuovere eventuali tracce di scorza di limone.

Conserva la crema pasticcera per massimo 3-4 giorni  a +4° C.

Nota: Per pesare le piccole quantità di ingredienti (sotto i 10 g) ti consiglio di usare una bilancia di precisione, per non tralasciare i decimi di grammo utili per un bilanciamento corretto della ricetta. Per i pesi maggiori invece puoi arrotondare senza problemi i decimi di grammo per eccesso o per difetto. Esempio, se la tabella mostra come risultato 30,7 g di prodotto è possibile pesarne 31 g; se mostra invece 92,2 g è sufficiente pesarne 92 g.

Inserisci in una casseruola tutti gli ingredienti insieme, compreso il mix sostitutivo del tuorlo in polvere (per creme),  e frulla con un frullatore ad immersione per rendere il composto omogeneo e privo di grumi.

Cuoci la crema a fuoco medio-basso, mescolando continuamente. 

Non appena il composto raggiungerà una consistenza cremosa togli dal fuoco, versa in un boule, copri con della pellicola a contatto e lascia raffreddare il più velocemente possibile in abbattitore o a bagnomaria in acqua e ghiaccio.

Prima di utilizzare, mescola la crema a mano con una frusta o filtrala con un setaccio per renderla di nuovo morbida e rimuovere eventuali tracce di scorza di limone.

Conserva la crema pasticcera per massimo 3-4 giorni  a +4° C.

Nota: Per pesare le piccole quantità di ingredienti (sotto i 10 g) ti consiglio di usare una bilancia di precisione, per non tralasciare i decimi di grammo utili per un bilanciamento corretto della ricetta. Per i pesi maggiori invece puoi arrotondare senza problemi i decimi di grammo per eccesso o per difetto. Esempio, se la tabella mostra come risultato 30,7 g di prodotto è possibile pesarne 31 g; se mostra invece 92,2 g è sufficiente pesarne 92 g.

Inserisci in una casseruola tutti gli altri ingredienti insieme e frulla con un frullatore ad immersione per rendere il composto omogeneo e privo di grumi.

Cuoci la crema a fuoco medio-basso, mescolando continuamente. 

Non appena il composto raggiungerà una consistenza cremosa togli dal fuoco, versa in un boule, copri con della pellicola a contatto e lascia raffreddare il più velocemente possibile in abbattitore o a bagnomaria in acqua e ghiaccio.

Prima di utilizzare, mescola la crema a mano con una frusta o filtrala con un setaccio per renderla di nuovo morbida e rimuovere eventuali tracce di scorza di limone.

Conserva la crema pasticcera per massimo 3-4 giorni  a +4° C.

Crema al cioccolato

Nota: Per pesare le piccole quantità di ingredienti (sotto i 10 g) ti consiglio di usare una bilancia di precisione, per non tralasciare i decimi di grammo utili per un bilanciamento corretto della ricetta. Per i pesi maggiori invece puoi arrotondare senza problemi i decimi di grammo per eccesso o per difetto. Esempio, se la tabella mostra come risultato 30,7 g di prodotto è possibile pesarne 31 g; se mostra invece 92,2 g è sufficiente pesarne 92 g.

Trita il cioccolato fondente e lascialo da parte.

Inserisci in una casseruola tutti gli ingredienti insieme, compreso il mix sostitutivo del tuorlo in polvere (per creme),  e frulla con un frullatore ad immersione per rendere il composto omogeneo e privo di grumi.

Cuoci la crema a fuoco medio-basso, mescolando continuamente. 

Non appena il composto raggiungerà una consistenza cremosa togli dal fuoco e aggiungi il cioccolato fondente tagliato a pezzetti. 

Mescola fino a scioglierlo e amalgamarlo perfettamente. 

Versa la crema in un boule, coprila con della pellicola a contatto e lasciala raffreddare il più velocemente possibile in abbattitore o a bagnomaria in acqua e ghiaccio.

Prima di utilizzare, mescola la crema a mano con una frusta o filtrala attraverso un setaccio per renderla di nuovo morbida.

Conserva la crema pasticcera per massimo 3-4 giorni  a +4° C

Crema gianduia

Nota: Per pesare le piccole quantità di ingredienti (sotto i 10 g) ti consiglio di usare una bilancia di precisione, per non tralasciare i decimi di grammo utili per un bilanciamento corretto della ricetta. Per i pesi maggiori invece puoi arrotondare senza problemi i decimi di grammo per eccesso o per difetto. Esempio, se la tabella mostra come risultato 30,7 g di prodotto è possibile pesarne 31 g; se mostra invece 92,2 g è sufficiente pesarne 92 g.

Lascia temporaneamente da parte il cioccolato fondente e la pasta di nocciole. Inserisci in una casseruola tutti gli ingredienti insieme, compreso il mix sostitutivo del tuorlo in polvere (per creme),  e frulla con un frullatore ad immersione per rendere il composto omogeneo e privo di grumi.

Cuoci la crema a fuoco basso, mescolando continuamente. 

Non appena il composto raggiungerà una consistenza cremosa, togli dal fuoco e aggiungi il cioccolato fondente a pezzetti. 

Mescola fino a scioglierlo e amalgamarlo perfettamente. 

Aggiungi infine la pasta di nocciole e mescola di nuovo. 

Versa la crema in un boule, coprila con della pellicola a contatto e lasciala raffreddare il più velocemente possibile in abbattitore o a bagnomaria in acqua e ghiaccio.

Prima di utilizzare, mescola la crema a mano con una frusta o filtrala attraverso un setaccio per renderla di nuovo morbida.

Conserva la crema pasticcera per massimo 3-4 giorni  a +4° C

Crema leggera al Marsala

Crema  molto morbida, ideale per Tiramisù o altri dolci al cucchiaio. Non adatta per la farcitura di torte.

Nota: Per pesare le piccole quantità di ingredienti (sotto i 10 g) ti consiglio di usare una bilancia di precisione, per non tralasciare i decimi di grammo utili per un bilanciamento corretto della ricetta. Per i pesi maggiori invece puoi arrotondare senza problemi i decimi di grammo per eccesso o per difetto. Esempio, se la tabella mostra come risultato 30,7 g di prodotto è possibile pesarne 31 g; se mostra invece 92,2 g è sufficiente pesarne 92 g.

Inserisci in una casseruola tutti gli ingredienti insieme, compreso il mix sostitutivo del tuorlo in polvere (per creme),  e frulla con un frullatore ad immersione per rendere il composto omogeneo e privo di grumi.

Cuoci la crema a fuoco basso medio-basso, mescolando continuamente. 

Non appena il composto raggiungerà una consistenza cremosa togli dal fuoco, versa in un boule, copri con della pellicola a contatto e lascia raffreddare il più velocemente possibile in abbattitore o a bagnomaria in acqua e ghiaccio.

Prima di utilizzare, mescola la crema a mano con una frusta per renderla di nuovo morbida.

Conserva la crema pasticcera per massimo 3-4 giorni  a +4° C

Crema al Marsala

Simile alla crema leggera al Marsala ma con una percentuale di grassi maggiore che la rende più soda e stabile.

Ideale per Bignè di San Giuseppe e per torte farcite.

Nota: Per pesare le piccole quantità di ingredienti (sotto i 10 g) ti consiglio di usare una bilancia di precisione, per non tralasciare i decimi di grammo utili per un bilanciamento corretto della ricetta. Per i pesi maggiori invece puoi arrotondare senza problemi i decimi di grammo per eccesso o per difetto. Esempio, se la tabella mostra come risultato 30,7 g di prodotto è possibile pesarne 31 g; se mostra invece 92,2 g è sufficiente pesarne 92 g.

Inserisci in una casseruola tutti gli ingredienti insieme, compreso il mix sostitutivo del tuorlo in polvere (per creme),  e frulla con un frullatore ad immersione per rendere il composto omogeneo e privo di grumi.

Cuoci la crema a fuoco medio-basso, mescolando continuamente. 

Non appena il composto raggiungerà una consistenza cremosa togli dal fuoco, versa in un boule, copri con della pellicola a contatto e lascia raffreddare il più velocemente possibile in abbattitore o a bagnomaria in acqua e ghiaccio.

Prima di utilizzare, mescola la crema a mano con una frusta per renderla di nuovo morbida.

Conserva la crema pasticcera per massimo 3-4 giorni  a +4° C.

Crema al mango

Nota: Per pesare le piccole quantità di ingredienti (sotto i 10 g) ti consiglio di usare una bilancia di precisione, per non tralasciare i decimi di grammo utili per un bilanciamento corretto della ricetta. Per i pesi maggiori invece puoi arrotondare senza problemi i decimi di grammo per eccesso o per difetto. Esempio, se la tabella mostra come risultato 30,7 g di prodotto è possibile pesarne 31 g; se mostra invece 92,2 g è sufficiente pesarne 92 g.

Purea di mango: puoi utilizzare della purea di mango già pronta oppure puoi preparala in casa con un estrattore di succhi partendo dal frutto fresco. Preparando la purea in questo modo, per ricavare il quantitativo necessario, il frutto (privato di buccia e nocciolo) deve pesare circa il 40% in più rispetto al peso della purea finale che devi produrre. Se usi l’estrattore ti consiglio di usare il filtro a maglie più larghe che possiedi, in modo da ottenere una purea anziché un succo. Se non hai un estrattore, puoi frullare il mango con un frullatore ad immersione e poi filtrare la polpa per eliminare le fibre che rischierebbero di dare alla crema una consistenza poco vellutata. Se vuoi conoscere il quantitativo di mango che ti occorre per preparare la purea in casa, guarda la tabella n. 2 della ricetta.

Inserisci in una casseruola tutti gli ingredienti insieme, compreso il mix sostitutivo del tuorlo in polvere (per creme),  e frulla con un frullatore ad immersione per rendere il composto omogeneo e privo di grumi.

Cuoci la crema a fuoco medio-basso, mescolando continuamente. 

Non appena il composto raggiungerà una consistenza cremosa togli dal fuoco, versa in un boule, copri con della pellicola a contatto e lascia raffreddare il più velocemente possibile in abbattitore o a bagnomaria in acqua e ghiaccio.

Conserva la crema pasticcera per massimo 3-4 giorni  a +4° C.

Crema al Caffè

Nota: Per pesare le piccole quantità di ingredienti (sotto i 10 g) ti consiglio di usare una bilancia di precisione, per non tralasciare i decimi di grammo utili per un bilanciamento corretto della ricetta. Per i pesi maggiori invece puoi arrotondare senza problemi i decimi di grammo per eccesso o per difetto. Esempio, se la tabella mostra come risultato 30,7 g di prodotto è possibile pesarne 31 g; se mostra invece 92,2 g è sufficiente pesarne 92 g.

Inserisci in una casseruola tutti gli ingredienti insieme, compreso il mix sostitutivo del tuorlo in polvere (per creme),  e frulla con un frullatore ad immersione per rendere il composto omogeneo e privo di grumi.

Cuoci la crema a fuoco medio-basso, mescolando continuamente. 

Non appena il composto raggiungerà una consistenza cremosa togli dal fuoco, versa in un boule, copri con della pellicola a contatto e lascia raffreddare il più velocemente possibile in abbattitore o a bagnomaria in acqua e ghiaccio.

Prima di utilizzare, mescola la crema a mano con una frusta per renderla di nuovo morbida.

Conserva la crema pasticcera per massimo 3-4 giorni  a +4° C

Crema alla mandorla

Crema adatta per la farcitura di torte da forno.

Nota: Per pesare le piccole quantità di ingredienti (sotto i 10 g) ti consiglio di usare una bilancia di precisione, per non tralasciare i decimi di grammo utili per un bilanciamento corretto della ricetta. Per i pesi maggiori invece puoi arrotondare senza problemi i decimi di grammo per eccesso o per difetto. Esempio, se la tabella mostra come risultato 30,7 g di prodotto è possibile pesarne 31 g; se mostra invece 92,2 g è sufficiente pesarne 92 g.

Inserisci in una casseruola tutti gli ingredienti insieme, compreso il mix sostitutivo del tuorlo in polvere (per creme),  e frulla con un frullatore ad immersione per rendere il composto omogeneo e privo di grumi.

Cuoci la crema a fuoco medio-basso, mescolando continuamente. 

Non appena il composto raggiungerà una consistenza cremosa togli dal fuoco, versa in un boule, copri con della pellicola a contatto e lascia raffreddare il più velocemente possibile in abbattitore o a bagnomaria in acqua e ghiaccio.

Prima di utilizzare, mescola la crema a mano con una frusta per renderla di nuovo morbida.

Conserva la crema pasticcera per massimo 3-4 giorni  a +4° C.

Menù della pagina

[wp_eMember_user_bookmarks]